Home Danza di poesia Guardami sempre

Al di la di  te ti cerco.

Non nel tuo specchio

E nella tua scrittura, nella tua anima nemmeno.

Di là, più oltre.

Pedro Salinas


Guardami sempre


I tuoi occhi chiari come i capelli di un bambino

Hanno iniziato a guardarmi.

Insistentemente spregiudicati

Erano di un’intensità imbarazzante.

Mi sentivo come se riuscissi

a vedermi lo scheletro

sotto la muscolatura viva.

Mi muovevo come in un bosco assolato.

Nel timore di inciampare nei suoi misteri,

mentre ero incerta tu non mi mollavi.

A distanza, ma uniti nel vento

e nel girotondo della testa sul suolo.

Riuscivi a tener fermo lo sguardo

Immobile dentro le mie orbite

Che trattenevano messaggi segreti

Dove capiresti il senso del mio essere qui.

giugno 2009

Bianca